skip to Main Content

Frida Kahlo I Colori dell’anima

Frida Kahlo, (1907 – 1954) l’artista messicana più famosa e acclamata di tutti i tempi, in questa mostra di Palermo viene presentata al grande pubblico attraverso gli scatti fotografici, in parte inediti, di Leo Matiz realizzati negli Anni Quaranta da uno dei più celebri fotografi del Novecento e inseriti in un contesto multimediale.

Una sezione, curata da Ezio Pagano ed Alejandra Matiz figlia di Leo Matiz,  proporrà al visitatore tutte le sfumature della personalità dell’artista con immagini in bianco e nero e a colori. Scatti che rimandano ad alcuni momenti della vita di Frida: sguardo sicuro, posa fiera e abbigliamento creativo.

Un’introduzione biografica permetterà al visitatore di conoscere a fondo gli appassionanti dettagli della vita, degli amori e della straordinaria passione per l’arte e per l’impegno politico di Frida Khalo.

Leo Matiz "Un Artista Poliedrico"

La mostra dedicata a Frida Kahlo “I colori dell’anima”, con sessanta scatti tra  bianco-nero e colore degli anni Quaranta del celebre fotografo colombiano Leo Matiz, ha un allestimento sobrio che invoglia alla riflessione, agevolando il fruitore ad estrarre dal corpo delle opere il significato, così da averne oltre al godimento visivo anche quello dell’anima.

Fino a poco tempo fa l’arte di Frida Kahlo rimaneva all’ombra di quella del marito e al massimo lei veniva gratificata come moglie di Diego Rivera.

Oggi la critica più avveduta ne riscopre la complessa personalità e talvolta la supremazia artistica nei confronti del marito, mentre i direttori dei più importanti musei al mondo se ne contendono le opere.

I Colori dell'Anima

Le fotografie in mostra raccontano come gli occhi di Leo Matiz, incarnati dall’obiettivo della sua macchina fotografica,abbiano osservato Frida Kahlo e siano rilevatori anche i legami, visibili e non. Le immagini esposte sono capaci di attraversare il tempo e spazio ed evocare, agli occhi di chi osserva, un’intricata trama di relazioni amicali, intellettuali, sentimentali e artistiche, che hanno segnato le vite di molteplici individui che hanno gravitato intorno la figura della pittrice messicana e della sua casa di Azul di Coyoacàn.
Gli occhi fieri e profondi dei ritratti di Frida ormai più che trentenne, in un momento  della sua vita in cui ha maturato una piena fiducia in se stessa: è una pittrice di fama, è diventata indipendente sia dal punto di vista economico sia da quello sentimentale dal marito.
Matiz ritrae in spazi di quotidianità: il quartiere, la casa e il giardino, lo studio. Lo scatto, infatti, descrive a chi osserva un contorno nitido e ricco di elementi da cui cogliere continue suggestioni, per delineare il personaggio che è il centro creativo del ritratto.

Le 2 Frida

Il titolo della sezione : “Le due Frida” si lega da un lato al titolo di una tra le tele maggiormente conosciute e più evocative dell’artista, e dall’altro stringe un legame intrinseco alla nuova sezione del percorso espositivo, quella relativa agli autoritratti riprodotti in formato Modlight.

Il formato Modlight è una particolare forma di retroilluminazione omogenea di pannelli che hanno una risoluzione molto elevata fino a 1200 dpi. Un metodo che consente di apprezzare tracce, segni, pennellate e cromie delle straordinarie opere di Frida restituite con assoluta fedeltà. Questa sezione consterà di circa venticinque autoritratti, sapientemente selezionati tra i più celebri e rappresentativi dell’artista (compreso quello che da il titolo alla sezione) che impreziosiranno l’esposizione. Grazie all’ordine cronologico degli autoritratti, si potrà seguire l’evoluzione dello stile della pittrice messicana così come gli svariati periodi della sua esistenza.
A cura di Maria Rosso

Frida in Bollo

Una straordinaria raccolta di prodotti filatelici che celebrano la regina dell’arte messicana, che con la sua creatività è riuscita a farsi apprezzare in tutti i continenti. Si tratta di una collezione unica e completa di francobolli provenienti da varie nazioni che hanno tributato grandi riconoscimenti all’artista.
La serie di francobolli, mai esposta prima, è di grande pregio poiché raccoglie tutte le emissioni che i vari stati hanno previsto in concomitanza delle più grandi ricorrenze legate alla storia di Frida Kahlo.
Con uno sguardo diretto, penetrante a volte sensibile e ironico, Frida è la prima donna ispanica ritratta su di un francobollo degli Stati Uniti D’America. L’emissione, il 21 Giugno 2001, è un omaggio a una delle artiste più importanti del Novecento.
Diversi altri Paesi nel mondo hanno emesso francobolli con l’effige della Kahlo a partire dal Messico (nel 2001 e nel 2007 quest’ultima in occasione del centenario della nascita), S. Tomè e Principe (2006), Mozambico e Serbia (2007) Niger (2016), Maldive e Repubblica Centroafricana (2017) e diversi altri ancora.

Abiti

Il progetto di ART COUTURE nasce dall’intento di divulgare la bellezza contenuta nelle opere d’arte e veicolarla attraverso la moda. Frida Kahlo la grande artista dell’anima, riesce a coinvolgere il pubblico sia come donna che come persona in grado di vivere e sperimentare sentimenti forti e contrastanti tra amore e dolore.

Il progetto prevede la ricerca, la progettazione e la realizzazione di tre abiti, due dei quali riproducono fedelmente altrettante opere dell’artista. Tra queste “autoritratto dedicato a Lev Trockij” del 1937 che Frida dedicò al suo amante Lev che si innamorò della sua bellezza,ma soprattutto della sua forza.

Il secondo abito riprende l’opera “Memory”che descrive il dolore e l’angoscia che Frida provò durante e dopo la relazione tra suo marito e la sua sorella maggiore Cristina.

Infine il terzo abito è una personale interpretazione della stilista che rielabora uno dei due vestiti dipinti da Frida nell’opera “Memory”. Oltre agli indumenti verranno realizzate tre coffe siciliane ispirate alle opere di Frida che verranno abbinate alle produzioni sartoriali.
A cura di Gisella Scibona Art Couture

Orari e ticket

Ticket

  • Intero € 12 euro
  • Ridotto € 8,00 euro convenzioni – over 65 anni – personale docente – universitari- disabili ed accompagnatori e ragazzi fino a 18 anni
  • €. 5,00 Scuole
  • Gratuità (bambini fino a 8 anni)

Avviso
Nel mese di Agosto 2019 tutti i lunedì la mostra rimarrà chiusa

Orari

Tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì:  09,30 – 20,00

Sabato e Domenica:  09,30 – 21,00

Apertura tutti i giorni

Apertura al pubblico di giorno 07 giugno 2019 dalle ore 17,00 alle 23,00 (per il solo giorno dell’inaugurazione)

La biglietteria chiude trenta minuti prima dell’orario di chiusura

Dove Siamo

Palazzo Zingone Trabia – Via Lincoln n° 47 – Palermo

Contatti

Back To Top